30
Mar 2018

Un uomo che aveva molto camminato, il venerdì morì

Venerdì Santo. Un uomo è ormai morto. Un uomo che aveva camminato molto. Un uomo che camminando di villaggio in villaggio, con le sue parole aveva scosso dalle fondamenta un terra inquieta. Portava speranza, quella di cui parlavano le antiche scritture.

Un uomo che aveva messo al centro del suo messaggio l’amore. E aveva portato a sé persone che nelle sue parole avevano trovato un senso alla loro esistenza. Uomini e, cosa assai criticata, anche donne.

Con tutti loro aveva camminato, per giorni. Tra le colline. Nel deserto. Sulla riva dei laghi.

E aveva parlato. Aveva anche detto che la sua fine sarebbe stata tremenda “il Figlio dell’uomo deve molto soffrire ed essere riprovato dagli anziani, dai sommi sacerdoti e dagli scribi, poi venire ucciso”.
Quando cammini così tanto con altre persone, le conosci fino in fondo. E Lui si era fatto conoscere. Ma quelle parole, forse, erano state rimosse perchè troppo dure. Uno in particolare ebbe anche la forza di reagirgli “Gesù faceva questo discorso apertamente. Pietro lo prese in disparte e si mise a rimproverarlo”.
Ed anche negli ultimi giorni percorrendo a piedi la strada il Maestro ripeteva “Mentre erano sulla strada per salire a Gerusalemme, Gesù camminava davanti a loro. Coloro che lo seguivano erano pieni di timore. « Ecco, noi saliamo a Gerusalemme e il Figlio dell’uomo sarà consegnato ai sommi sacerdoti e agli scribi; lo condanneranno a morte»”.

Ma in fondo aveva indicato una strada, non solo da calcare con i sandali. E sapeva che prima o dopo, per quanto dura, anche loro l’avrebbero capita.

Nel Venerdì santo il suo passo che negli ultimi anni era stato indomito, si era fermato definitivamente. Su una croce e poi dietro una roccia a chiuderne la tomba.
Gli amici, quelli che con Lui avevano camminato, spaesati. Privi della guida, del Maestro.
Tra loro, uno in particolare, Pietro era con il volto rigato da lacrime profonde. Era un dolore aggravato dal senso di colpa della menzogna dichiarata per sconfessarne l’amicizia. Eppure era quello a cui il Maestro aveva detto che ne sarebbe stato erede. Quello che di quel camminatore aveva ascoltato le confessioni anche le più dure. Quello con cui le discussioni era a volte dirette e franche reciprocamente.
Aveva perso l’amico, non solo la guida.
Possiamo credere che per lui, dormire era impossibile. Uscito di casa di notte poteva solo cercare nel crepuscolo una consolazione alla disperazione.
E avviato sulle colline, farsi circondare dalla luce delle prime ore che inizia a rischiarare. Ulivi, sole che dietro la notte emerge. Ed un ricordo, in quella discussione così franca. La seconda parte del messaggio “venire ucciso e, dopo tre giorni, risuscitare”.
Quelle parole tornate a mente, rallentarono le lacrime. Forse iniziava a intuire il senso e la responsabilità di averle sentite. Fermate quelle, e aperta la mente al ricordo di tutto il viaggio fatto insieme, la luce dell’alba iniziava a rischiarare anche il cuore dell’uomo. Ed un pensiero soggiunse :

Forse sarebbero tornati a camminare insieme ?

Colline Galilea Jesus Trail

 

cocktail dresses
Daniele Barbone

46 anni nato ad Alessandria, felice papà di Tiziano, vive tra Novara e Milano.

Leggi la bio

Instagram

  • Presentazione del nuovo libro #CorrereCambiaLaVita alla libreria #Open di Milano.
Nuova tappa e nuovo incontro con un pubblico appassionato di corsa, cammino e benessere. Sempre con i neuroni ben accesi. Corpore sano in anima sana.
#LSWR #libreria #libri #book #leggere #sport
  • Sport e Lavoro hanno numerosi punti di contatto. In questo #Running Clip sentiamo da un manager di sportivi ed esperto di formazione il suo punto di vista su #CorrereCambiaLaVita 
Ogni lunedi alle 12 un clip. #correre
#games #formazione @gameseventieformazione #sport #LSWR #milano
  • New world record Marathon
Nuovo record del mondo maratona
2h:01:39.
Grande #kipchoge 
#berlin
#marathon #maratona #correre
#world #record #worldrecord
  • #CorrereCambiaLaVita esordio piemontese del nuovo #libro a #cuneo  Serata ricca di emozioni e sala piena con gli amici del #nordicwalking #alpidelmare 
@antonio_votero @sawyvotero 
#LSWR #book #cultura #running #applause
  • Gesù guidava gli uomini. Non solo spiritualmente ma anche fisicamente. Sono andato a ripercorrere i suoi passi e ho scoperto molte cose.
La seconda tappa di un lungo viaggio.
#correre #gesù #jesus #galilea #palestina #israel #israele #LSWR #CorrereCambiaLaVita
  • Il Sahara è il Deserto. 
Ed il Deserto unisce il vuoto ed il pieno come solo la natura estrema può fare.
#sahara #100kmsahara #desert #deserto #running #run #correre
#CorrereCambiaLaVita @zitoway_adventure @pierluigibenini
  • Il cacciatore di Ottomila Marco Confortola e l'uomo dei deserti. Aria sottile e aria bollente. Dal confronto tra esperienze diverse e dal comune modo di guardare il mondo se ne esce entrambe arricchiti. 
@marco_confortola_official #mountains #desert #bpsec #8000 #everest #sahara #sport #adventure #avventura #marcoconfortola
  • Perché andare per deserti? Running clip. Ogni lunedi un video sul tema sportivo a cavallo tra cultura, performace e vita di tutti i giorni. #CorrereCambiaLaVita #running #DallUfficioAlDeserto #LSWR #story @pvigano
  • Alagna no filter after rain.
Valsesia Walser and Nature.
#nofilter #realpict #alagna #valsesia #mountains #flowers #lilium #montagna #wild #sky #rain
  • Desert is my place. Close to border between Egypt and Sudan. 
#desert #myplace #Run #egypt #CorrereCambiaLaVita #corrida #LSWR #fizan #marsaalam #oriental
  • Father and son. I love him.
Deep relationship
#fatherandson #love #facetoface #face #son #swimm #pool #smile
  • Relax start now.
#holiday #nofilter #relax #resort #pool #swimm #august #sunset #sun #labranda #redsea

Follow Me!