17
Oct 2017

5 frasi sullo sport utili tutti i giorni

Lo sport ha una capacità di comunicare che è trasversale, internazionale, sempre attuale, efficace, immediata.

Non serve essere un cultore di tennis per apprezzare un colpo di Federer. Ne un runner per ammirare il passo di Mo Farah. E neppure intendersene di calcio per apprezza il gesto tecnico di un Messi o di un Dibala (o Icardi o Insigne o Donnarumma per far contenti un po’ tutti).

Ecco perchè quando si unisce sport a cultura si può fare un grande servizio trasmettendo messaggi di enorme utilità.

Vi propongo 5 concetti espressi da grandi sportivi, tra i miei preferiti.

Ho sbagliato più di novemila tiri nella mia carriera. Ho perso circa 300 partite. Ho avuto la possibilità di fare il tiro della vittoria per ventisei volte e non ci sono riuscito. Ho costantemente sbagliato nella mia vita. E’ questo il motivo per cui ho vinto tutto. Michael Jordan

Pensiamo a cosa significhi tentare e ritentare accettando il rischio di sbagliare. Vi faccio un esempio. Ford ha trasformato il mercato dell’auto nel 1908 con la produzione del Modello T . Si chiamava T…. perchè era partito dalla lettera A ed era ormai al suo quasi ventesimo tentativo.

 

Non abbiamo perso la partita; abbiamo solo esaurito il tempo. Vince Lombardi

Il significato più profondo di un esperienza, sportiva o lavorativa , non è solo il risultato immediato che si raggiunge al termine del “tempo di gara”. E’ quello che impariamo dall’esperienza. La sconfitta non è tanto fare un punto in meno dell’avversario, o un euro in meno di un budget, quanto non aver imparato nulla dal vissuto. E chi trionfa in genere è chi impara più dalle sconfitte che dalle vittorie.

 

I campioni sono quelli che vogliono lasciare il loro sport in condizioni migliori rispetto a quando hanno iniziato a praticarlo. Arthur Ashe

Sono convinto che questo dovrebbe essere il nostro impegno in generale nel mondo. Che sia nella nostra famiglia, nel nostro comune, sul lavoro o per chi ha un impegno politico o sociale nella collettività. E’ il principio base della sostenibilità. A noi spetta non impoverire il contesto, di lasciarlo per quanto possibile migliore e senza dubbio mai togliere alle generazioni future la possibilità di goderne.

 

Un atleta non può correre con i soldi in tasca. Deve correre con la speranza nel cuore e sogni nella sua testa. Emil Zatopek

Non si tratta di demonizzare il denaro. Anzi il denaro è importante. Qualsiasi cosa facciamo il denaro però non può essere fine, bensì strumento. Se il fine è più grande dello strumento, allora nessun sacrificio sarà impossibile. Perché parte essenziale del risultato è il sacrificio fatto per raggiungerlo. Non a caso la parola sacrificio e la parola sacro hanno la stessa origine. La frase del grandissimo maratoneta esprime dunque il senso dello sport. La speranza ed i sogni, come parte essenziale dell’impegno sportivo e come carburante per arrivare lontano nella vita di tutti i giorni così come nello sport.

 

Io non credo nella predestinazione. I risultati si ottengono solo con molto lavoro. Pietro Mennea

Il talento da solo serve a poco. Quando personalmente ne sento parlare mi “vengono le bolle”. Perché chi raggiunge risultati duraturi sa benissimo che il “dono di natura” è solo un punto di partenza. Molti di quelli che vincono, nello sport o nella vita, si sono costruiti da zero (talento o eredità che fosse). Hanno scolpito la loro esistenza con il duro lavoro. Con la volontà. Con un incrollabile determinazione. E dall’altro lato è pieno il mondo di talenti che non sono arrivati da nessuna parte. Le chiamano teste calde. Io le definisco solo degli ingrati che a differenza di chi ha sudato e può essere arrivato alla meta o no, ma ce l’ha messa tutta, non hanno saputo essere all’altezza del loro potenziale. Sono solo dei cattivi esempi. Mentre chi si danna per un risultato, che poi lo centri o meno, è di stimolo ad altri quanto meno a provarci. Come fece il primo ominide sceso dalla pianta che provò a correre e camminare su due “zampe”. Scoprì il mondo e cambiò la storia del genere umano.

 

 

cocktail dresses
Daniele Barbone

44 anni nato ad Alessandria, felice papà di Tiziano, vive tra Novara e Milano.

Leggi la bio

Instagram

Instagram has returned invalid data.

Follow Me!